logo desktop
logo mobile
HOME > News:Il corpo come religione. Il cinema politico di Pier Paolo Pasolini

Il corpo come religione. Il cinema politico di Pier Paolo Pasolini

autore: Ufficio stampa di ICM | fonte: ICM | tema: INCONTRI
data di pubblicazione: 09-09-2022

Lunedì 12 settembre il secondo appuntamento della rassegna "Luoghi dell'infinito". Parotto e Cheles ci parleranno del Pasolini regista

[VIDEO]

Lunedì 12 settembre, alle 10, nell'Aula Magna del Polo universitario goriziano di via Alviano, Giuliana Parotto, docente dell'Università di Trieste, con Luciano Cheles, dell'Università di Poitiers, terranno una conferenza intitolata "Il corpo come religione. Il cinema politico di Pier Paolo Pasolini".

La conferenza, organizzata dal Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Trieste e dall'Istituto per gli Incontri Culturali Mitteleuropei, rientra nella rassegna "Luoghi dell'Infinito": una serie di eventi propedeutici al 57mo Convegno Internazionale di ICM, intitolato quest'anno "Canti dell'Infinito. Filosofia, religiosità e poesia in Carlo Michelstaedter, Biagio Marin e Pier Paolo Pasolini. L'iniziativa è realizzata grazie al fondamentale contributo del Consorzio per lo Sviluppo del Polo Universitario di Gorizia, della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia.

Sarà possibile seguire la conferenza anche in diretta streaming sul canale YouTube e la pagina Facebook di ICM:
tag redazionali
CONTENUTI CORRELATI
News
Documenti diversi
Gallerie fotografiche
Video
Podcast