logo desktop
logo mobile
SELEZIONE CORRENTE: TAG=mitteleuropa
risultati: 8
RICERCA CORRENTE:
Documenti diversi

Dante, Ascoli e i testimoni di confine. Ascoli e Michelstaedter

fonte: ICM | autore: Ufficio stampa di ICM | tema: INCONTRI
Locandina del convegno dedicato Graziadio Isaia Ascoli e Carlo Michelstaedter, organizzato con il contributo della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Ca.Ri.Go. nell'ambito del progetto "Diversità di lingue per una cultura unificante. Dante, Ascoli e i testimoni di confine".

Gorizia nella Repubblica italiana. Il ruolo dei cattolici goriziani e isontini

fonte: ICM | autore: Ufficio stampa di ICM | tema: INCONTRI
La locandina della conferenza tenutasi nella Sala "Incontro" di San Rocco, a Gorizia, il 16 settembre 2021

A ferro e fuoco

fonte: ICM | autore: Ufficio stampa di ICM | tema: MOSTRE
Locandina della presentazione di "A ferro e fuoco": la mostra fotografica virtuale – curata dall'Istituto regionale per la storia della Resistenza e dell'Età contemporanea nel Friuli Venezia Giulia (IRSREC-FVG) – sull'occupazione italiana della Jugoslavia tra il 1941 e il 1943.

Presentazione di "Figli di Maria"

fonte: ICM | autore: ICM | tema: INCONTRI
Locandina e programma del primo evento ICM del 2021.

Verbale - Incontro tra le giunte di Gorizia e Nova Gorica (17-11-1965)

fonte: Archivio ICM | tema: APPROFONDIMENTI
Il verbale dell'incontro tra le Amministrazioni comunali di Gorizia e Nova Gorica del 17 novembre 1965

Programma del 55° Incontro Culturale Mitteleuropeo: i Cobenzl

autore: ICM | tema: CONVEGNI
Il convegno sulla prestigiosa famiglia goriziana si svolgerà online il 4 e 5 dicembre su Facebook e Youtube

Gli incontri culturali mitteleuropei di Gorizia: appunti per una storia

Quirino Principe ripercorre le tappe fondamentali degli Incontri Culturali Mitteleuropei: dagli esordi del 1966 con la poesia come tema di dibattito e Ungaretti come ospite d'onore fino alla svolta degli anni 80, passando per filologia, storiografia, cultura ebraica. Il confine come incomprensione, doppio equivoco nazionalistico diventa un'occasione di incontro costruttivo per Gorizia e l'idea stessa di Mitteleuropa.